Lockheed Martin RQ-170 Sentinel, la Bestia di Kandahar.

Pubblicato il 8 dicembre 2011

2


di Beniamino Franceschini

Il Lockheed Martin RQ-170 Sentinel. | http://aerowiki.blogspot.com

Il Lockheed Martin RQ-170 Sentinel è un aeromobile a pilotaggio remoto, ossia, più semplicemente, un drone. Avvistato per la prima volta nel 2007 da giornalisti di “Libération”, fino al dicembre 2009 il Sentinel rimase segreto, tant’è che fu soprannominato da Bill Sweetman di “Aviation Week” la Bestia di Kandahar, dal nome della città attorno al cui aeroporto militare fu notato. Dopo le conferme della sua esistenza da parte dell’Aeronautica statunitense e la specificazione per opera di un colonnello che lo RQ-170 sia diverso dai velivoli del programma MQ-X (al quale appartengono il Predator e il Reaper), nessun’altra informazione ufficiale è giunta dalle autorità militari di Washington.

    Caratteristiche tecniche

Ancora, quindi, non sono stati rivelati al pubblico molti dettagli, ma è stato stimato da alcuni osservatori che la sua apertura possa essere tra i 20 m e i 27 m. Ha una configurazione ad ala volante, con gondole utili al trasporto di sensori e sistemi di comunicazione nella parte superiore. Il Sentinel è dotato di un solo motore (anch’esso sconosciuto), ed è invisibile ai radar. Data la somiglianza con il modello RQ-3 DarkStar notata da alcuni esperti, il peso al decollo potrebbe essere intorno ai 3.800 kg. Nella linea mancano gli elementi tipici dei velivoli stealth, con assenza di bordi d’attacco sottili, scarichi non protetti e superficie alare ricurva, probabilmente perché la previsione dell’impiego dello RQ-170 in operazioni ad alto rischio ha spinto i progettisti all’utilizzo di tecnologia la cui eventuale perdita o copia non fossero rischiose. David Fulghum e lo stesso Bill Sweetman (“Aviation Week”) ritengono che dal colore grigio del velivolo si possa dedurre che il Sentinel sia stato ideato per non volare sopra i 50mila piedi (15mila metri circa), cosicché, confrontando questa ipotesi con il peso stimato, i due esperti hanno ritenuto plausibile l’utilizzo per la propulsione di un motore sul modello del General Electric TF34.

La prima immagine dello RQ-170. | © http://secretdefense.blogs.liberation.fr

Questo tipo di UAV potrebbe essere equipaggiato con sensori elettro-ottici a infrarossi e, forse, con un Active Electronically Scanned Array (AESA) un tipo di radar a scansione di fase. Difficilmente trasporterà armamenti (nonostante sulle ali possa esserci spazio per razzi e dispositivi per la guerra elettronica), poiché nel siglario del Ministero della Difesa USA la dicitura “RQ” identifica un «drone radio controllato» (Q) atto a operazioni di «ricognizione» (R).

    Impiego

Gli RQ-170 sono dispiegati in Afghanistan dal 2007, ma, non avendo i talebani strumentazioni ad alta tecnologia, da subito molti analisti hanno ritenuto che i veri obiettivi del Sentinel fossero sin dall’inizio in Iran e Pakistan. Dal 2009 gli aeromobili sono segnalati anche in Corea del Sud, da dove decollerebbero al fine di tenere sotto controllo il programma nucleare di Pyongyang. Nel 2011 sono stati utilizzati nell’operazione che ha condotto all’uccisione di Osama bin-Laden, prima sorvegliando il rifugio di Abbottabad, quindi catturando alcune delle immagini che il presidente Obama vide in diretta e, allo stesso tempo, controllando il perimetro di sicurezza dall’alto. Lo scorso 4 dicembre un drone è caduto in circostanze ancora da chiarire in Iran, nei pressi della città di Kashmar.

Il Lockheed Martin RQ-170 Sentinel è in dotazione al 30th Reconnaissance Squadron della USAF, con base al “Tonopah Test Range Airport” in Nevada e inquadrato nel 432nd Air Expeditionary Wing.

Lockheed Martin RQ-170 Sentinel

Alcune elaborazioni grafiche del Sentinel.


  • Primo volo: /
  • Entrata in servizio: 2007
  • Utilizzatore: USAF, 30th Reconnaissance Squadron (432nd Air Expeditionary   Wing)
  • Principali regioni d’impiego: Afghanistan, Corea del Sud (?), Corea del Nord (?), Iran, Pakistan

Scheda tecnica:

  • Lunghezza: /
  • Apertura alare: 20 m – 27 m (stimata)
  • Superficie alare: /
  • Altezza: ± 1,80 m
  • Peso a vuoto: /
  • Peso massimo al decollo: ± 3.800 kg
  • Capacità: /
  • Motore: General Electric TF34 (ipotizzato)
  • Potenza: /
  • Equipaggio: nessuno

Prestazioni:

  • Velocità massima: /
  • Velocità caratteristiche: /
  • Velocità di stallo: /
  • Autonomia: /
  • Tangenza: 50.000 ft – 15.000 m (stimata)

Armamento: /

Sensori:

  • Sensori elettro-ottici a infrarossi (?)
  • Active Electronically Scanned Array (?)

Pagina dedicata sul sito della USAF: Factsheets RQ-170 Sentinel.

Da dietro. | aerowiki.blogspot.com

RQ-170 sulla pista. | http://www.aviationweek.com

In volo.

(Il contenuto del testo può essere liberamente utilizzato per fini non commerciali, purché se indichino provenienza e autore).

About these ads
Posted in: Uncategorized